Top News

RESI S.p.A | TELCO TRA CRISI E OPPORTUNITA’

TELCO TRA CRISI E OPPORTUNITA’

Il settore telco è uno degli ambiti più sensibili alla trasformazione digitale e rappresenta il motore trainante per la crescita del nostro Paese.

La presenza di una infrastruttura di telecomunicazioni adeguata è fondamentale ai fini della competitività del Paese in molteplici settori: l’industria ed il commercio, il sistema scolastico e educativo, i trasporti, l’energia e l’ambiente, l’agricoltura, la stessa pubblica amministrazione, la sanità e la pubblica sicurezza.

Solo attraverso lo sviluppo di tali settori sarà possibile contribuire all’ avvio di un nuovo ciclo macroeconomico e garantire un sistema in grado di vincere la sfida del lavoro “a prova di futuro”.  In questo momento di grave crisi questo settore sta dimostrando ancora una volta il ruolo strategico e l’importanza delle reti di telecomunicazioni. La connettività digitale che in questa fase emergenziale ci consente di restare a casa, costituisce infatti un bene comune essenziale, non solo per il lavoro e la didattica a distanza, ma anche per la coesione sociale.

Le reti di telecomunicazioni stanno garantendo un buon servizio anche dal punto di vista qualitativo. Grazie al monitoraggio costante dell’andamento del traffico e il corretto funzionamento della rete si continua ad attuare senza sosta tutte le configurazioni, i cambiamenti architetturali e trasmissivi necessari a garantire che le direttrici di traffico non tendano a congestionarsi, o peggio collassare.

TELECOMUNICAZIONI E RESILIENZA

Il lockdown ha reso più evidente il ruolo nevralgico svolto dalle reti di comunicazione e ha dimostrato come l’Italia sia un paese incapace di pianificare, ma veloce ad adattarsi ai cambiamenti nei momenti di difficoltà. Infatti, grazie al funzionamento delle reti, è stato possibile tenere la società connessa, garantendo l’operatività delle infrastrutture sanitarie e il funzionamento delle imprese.

Tutti abbiamo realizzato l’importanza delle reti al fine di trasferire informazioni, lavorare, fare acquisti e non solo. Le aziende di telecomunicazione hanno giocato un ruolo fondamentale nel garantire resilienza al paese, e hanno saputo reagire in modo adeguato al sovraccarico di utilizzo.

L’intensa fruizione domestica di contenuti video in streaming, il telelavoro e la didattica a distanza hanno prodotto, su base annua, una forte crescita del traffico che è aumentato giornalmente circa del 50% nella rete fissa e in quella mobile.

In uno scenario come quello che viviamo oggi, l’affidabilità delle reti e la qualità del servizio di connettività hanno acquisito maggiore rilevanza. L’ attività del supporto al cliente ha subito dei contraccolpi e il personale dei contact center ha dovuto gestire da casa un numero notevolmente maggiore di richieste da parte degli utenti.

Nella “nuova normalità” post pandemica le aziende di telecomunicazioni sono certamente nella posizione ideale per sostenere le nuove domande dei clienti e i potenziali picchi di traffico. Le telco rappresentano un catalizzatore in grado di accelerare un processo di digitalizzazione già in atto.

La crisi indotta dalla pandemia, oltre ad una serie di grandi sfide porta con sé anche nuove opportunità per le aziende di telecomunicazioni favorendo una più rapida diffusione dei servizi 5G: dalla telemedicina all’intrattenimento ad altissima definizione. Il potenziamento di prestazioni e resilienza della rete diventano così un requisito fondamentale per la ripresa dell’economia, in quanto sono in grado di influenzare direttamente molti settori di industria consentendo la realizzazione di soluzioni innovative come Industry 4.0, AI, Edge/Cloud e smart agricolture.